News

Asfalti riciclati ed economia circolare: i futuri ingegneri ospiti dell’azienda

I laureandi in ingegneria dell’Università di Padova, affiancati da due dei loro docenti, sono stati ospiti di Girardini Costruzioni Spa per una giornata di formazione e di confronto reciproco sul tema degli asfalti riciclati e delle costruzioni stradali ecosostenibili. Al centro dell’appuntamento c’è stato il tema dell’economia circolare e del necessario sviluppo tecnologico finalizzato al recupero dei materiali da costruzione e demolizione.

Asfalti riciclati: un tema cardine per Girardini Costruzioni Spa

Quello degli asfalti riciclati e del recupero dei materiali da costruzione è un argomento al centro dell’operato di Costruzioni Generali Girardini S.p.A., che fonda buona parte dei propri principi sull’attenzione verso il tessuto connettivo inteso sia come infrastrutture e business, sia come ricerca, passione, collaborazione e sinergia, nella consapevolezza che la qualità e l’innovazione debbano andare di pari passo con l’attenzione agli sprechi e all’ambiente.

Misto cementato, materia prima secondaria, conglomerato bituminoso Ecobase: l’ampia scelta per chi punta a tutelare l’ambiente.

I laureandi del corso strade del dipartimento patavino di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale sono stati sensibilizzati sul loro ruolo attivo nel disegnare il futuro del territorio e delle generazioni future nel campo delle infrastrutture stradali.
L’incontro si è poi sviluppato illustrando ai partecipanti le modalità di gestione e produzione dei semilavorati da materia prima secondaria, con dimostrazione della realizzazione e posa in opera di misto cementato, del conglomerato bituminoso a freddo “Ecobase” e di quello prodotto a caldo realizzato con granulato d’asfalto e posato con macchinari di ultima generazione.

Recupero energetico e gestione delle materie prime

L’aspetto tecnico operativo della realizzazione del conglomerato presso gli impianti ha focalizzato l’attenzione sul recupero energetico e sulla gestione delle materie prime fin dal primo ingresso in cantiere e nello stoccaggio. La posa in opera ha poi dato modo agli studenti di valutare i pregi e le criticità di ogni prodotto, nonché di offrire anche opportunità poco consuete come di salire su di un rullo tandem o uno gommato ed accompagnare la guida del personale Girardini. Il tutto si è poi concluso con un momento conviviale e un gustoso buffet.

L’impegno per il futuro

Accanto agli aspetti formativi, la giornata è stata un momento conviviale piacevole per tutti. I partecipanti hanno manifestato grande interesse all’argomento e ci auguriamo ricordino con simpatia l’esperienza quando saranno affermati progettisti o responsabili tecnici perché ci aiutino a rendere il mondo migliore di come lo abbiamo trovato.